Questa mattina mi è arrivata Zucche in Parlamento (immagine di copertina) , la puntuale vignetta di Giuseppe Afeltra. Puntuale perché ormai Giuseppe è un membro ad honorem di www.cosenostrenews.it e di politicose; un volontario puntuale.

La vignetta, il reportage di Raffaele Franco e la musica degli U2 a tutto volume (Songs of Innocence, 2014) mi hanno fatto riflettere sulla votazione parlamentare dell’altro giorno.

Hai proprio ragione caro Giuseppe

In parlamento abbiamo avuto una chiara anticipazione della festa di Halloween. Dove i rappresentanti parlamentari della destra italiana hanno perso l’occasione di distinguersi per intelligenza, e si sono piegati al Dio consenso.

Vignetta di Giuseppe Peppafe Afeltra

Un consenso cercato tra coloro che vogliono manifestare le proprie negatività verso l’altro: demonizzato per il colore della pelle; il credo religioso o politico; la sessualità ed il sesso; o la sua origine geografica.

Il vero problema, Amico vignettista, è che quelle zucche si sono mostrate vuote dei contenuti della destra più alta, quella che in nome della libertà di pensiero ha combattuto gli orrori delle abominevoli devianze del nazismo e del succube e accondiscendente fascismo.

B. Croce e G. Gentile

Un bel ripasso sui pensieri di B. Croce e G. Gentile, potrebbe aiutare il nostro paese a buttare veramente e definitivamente nel “cesso” (è solo una citazione linguistica di fascista e ferroviaria memoria) i reflui di fascismo e di nazismo di ignoranti e rancorosi omuncoli, privi di conoscenza e pieni di frustrazioni. O di nipotine petulanti in cerca di galleggiamento mediatico e visibilità politica.

Se non fossero queste teste di zucca così interessati a riempirsi dei voti di gente che preferisce avvallare la propria intolleranza invece di aprirsi al mondo dell’altro da se, rispettandone la sua diversità, non avremmo bisogno di commissioni contro l’odio.

Astensione irresponsabile

Il gesto di astenersi determina solo di supportare le derive xenofobe, omofobe, misogene ed antisemite che la nostra società sta riproponendo. Soprattutto se non si dà seguito a proposte per mettere un freno alle campagne di odio sempre più manifesto tra le fila degli estremisti: di qualunque ideologia politica essi facciano parte.

Forse era invece opportuno riconoscere l’utilità di una commissione specifica per monitorare questi fenomeni di intolleranza e per stimolare il legislatore verso iniziative più consone al loro controllo e ridimensionamento.

Ed invece abbiamo preferito 98 zucche vuote su altrettanti allineati e silenti soldatini.

Marco Mauro Martello

Direttore\Editore di cosenostrenews.it

Leave a Comment


Your email address will not be published.