L’Ue mobilita il sostegno di emergenza a seguito del terremoto in Albania


In seguito al terremoto di magnitudo 6.3 e alle tre scosse di assestamento che hanno colpito l’Albania ieri, 25 novembre, su richiesta delle autorità albanesi è stato attivato il meccanismo di protezione civile dell’UE.

L’UE ha già contribuito a mobilitare tre squadre di ricerca e salvataggio per assistere le autorità albanesi nelle operazioni sul campo.

Christos Stylianides, Commissario per gli Aiuti umanitari e la gestione delle crisi, ha dichiarato: “L’UE è al fianco dell’Albania in questo momento difficile. Squadre di ricerca e salvataggio dall’Italia, dalla Grecia e dalla Romania si stanno recando sul posto. Vorrei anche ringraziare Ungheria, Germania, Croazia, Francia, Estonia, Repubblica Ceca e Turchia per aver offerto assistenza tramite il meccanismo di protezione civile dell’UE. Il mio pensiero va alle vittime e a tutte le persone colpite dal disastro”.

Questa mattina il Commissario ha avuto una conversazione telefonica con il Presidente albanese Ilir Meta e ha ribadito la solidarietà dell’UE e la sua disponibilità a rendersi utile.

È stato attivato il sistema Copernicus per avere le immagini satellitari delle zone colpite e il Centro di coordinamento della risposta alle emergenze (ERCC) dell’UE, operativo 24 ore su 24, è in contatto con le autorità albanesi e continua a monitorare la situazione.

Ulteriori strumenti dell’UE sono pronti ad essere attivati in caso di necessità.

L’UE invierà inoltre una squadra della protezione civile per aiutare le autorità a coordinare la risposta e a valutare i danni.

Leave a Comment


Your email address will not be published.