“I sensi. Uomini di un certo tipo” di Serena Marotta


Un viaggio immaginario nel mondo del disagio mentale, una storia d’amore e di erotismo, ambientata a Palermo, questo è il libro “I sensi. Uomini di un certo tipo” . Un intreccio di vite che corrono veloci, raccontate magistralmente dalla nostra Serena Marotta.

Serena Marotta | cosenostrenews.it

Serena Marotta è nata a Palermo, Autrice di “Ciao, Ibtisam! Il caso Ilaria Alpi”, questo è il suo secondo  libro.  È una giornalista pubblicista, laureata in Giornalismo ed ha collaborato con il Giornale di Sicilia e con La Repubblica. Cura vari uffici stampa e scrive per diversi quotidiani online, come il nostro, ed è direttore responsabile del giornale online radiooff.org.

Ma ritorniamo al Libro: in “I sensi. Uomini di un certo tipo” la protagonista, Giada, è una giovane giornalista appassionata del suo lavoro che si scopre innamorata di uno psichiatra affascinante al quale si ritrova a dover fare una intervista.

Ma ci sono anche altre storie, storie di vite che si nutrono di piccole cose, di gesti, di desiderio. Sono vite rinchiuse all’interno di un ospedale psichiatrico, quindi storie di sofferenza ma con la possibilità di riprendere in mano la propria esistenza.

Storie di persone con la voglia di vivere e recuperare una vita “normale” in un mondo studiato per chi è “normale”.

Ma questo libro non è solo la seconda opera di Serena.

Mercoledì 12 febbraio 2020 il libro sarà presentato alle 18 presso la libreria Mondadori di via Villareale, 25, a Palermo. Dialogherà con l’autrice, la giornalista Giusy Messina, mentre l‘attrice Giuditta Vasile si curerà delle letture.

Come dicevamo “I sensi. Uomini di un certo tipo” non è solo la seconda opera di Serena, ma è qualcosa di più.

Il ricavato della vendita delle copie del libro sarà donato alla signora Benedetta Morici, madre di Beatrice, una bimba di cinque mesi che non c’è più.

Forse vi ricordate il caso della piccola Beatrice, deceduta il 30 agosto 2018 dopo un intervento al cuore che ha provocato l’arresto cardiaco e una grave ischemia cerebrale. Dopo la sua morte è stata aperta un’inchiesta e la mamma di Beatrice chiede verità e giustizia.

Per qualsiasi informazione e contatto cercate la pagina https://www.facebook.com/beatricevuolegiustizia/

Marco Mauro Martello

Direttore\Editore di cosenostrenews.it

Leave a Comment


Your email address will not be published.